Descrizione Prodotto » cFos IPv6 Link » cFos IPv6 Link, Documentazione

Adattamento tabella dei criteri e NAT46

cFos IPv6 Link adattamento tabella dei criteri

cFos IPv6 Link supporta ora Prefissi multipli da fonti differenti, i.e. different routers or DHCPv6 server. With multiple prefixes, the address selection problems discusses in RFC 3484, RFC 5220 and RFC 5221 arise. As a solution Distributing Address Selection Policy using DHCPv6 is suggested in the draft:

http://tools.ietf.org/html/draft-fujisaki-dhc-addr-select-opt-08

cFos IPv6 Link supporta, nel modo seguente, questo tipo di criterio controllato del meccanismo di aggiornamento DHCP:



1. Inviando ed estraendo nuove opzioni nelle richieste DHCPv6. Nel file di configurazione cfos6link.ini è possibile creare sezioni [DHCPv6_stateful_options] e [DHCPv6_stateless_options] ed immettere le seguenti chiavi:

     oroN=value    , N from 0..., value=valore decimale opzionabile da richiedere con OPTION_ORO
     optionN hex,hex,hex,...  , valori esadecimali per l'opzione DHCPv6 personalizzata

I valori per queste opzioni sono inviate con le richieste DHCP sia stateful che stateless. Questo permette d'inviare ulteriori (personalizzate) opzioni DHCPv6 all'ISP.

In tal modo è possibile ottenere OPTION_DASP (ed altre opzioni) dal server DHCPv6.



2. Abilitazione dell'adeguamento della tabella dei criteri. Dato che il valore effettivo per l'identificatore di OPTION_DASP non è attualmente standardizzato da IANA, è possibile configurarlo in cfos6link.ini, sezione [param] con

      option_dasp=valore (decimale)

Se è impostata questa chiave, cFos IPv6 Link interroga il valore stateful e stateless delle opzioni DHCP provenienti dalle risposte DHCPv6 e le valuta in riferimento al progetto DASP. Eseguirà quindi un aggiustamento della tabella dei criteri di Windows come segue:

Se una coppia di prefisso/lunghezza fosse già presente nella configurazione di sistema verrà modificata dai nuovi valori di etichetta e di precedenza, ma mai cancellata. Se la coppia prefisso/lunghezza non esiste, verrà aggiunta.

Questo permette all'ISP di configurare le opzioni DHCPv6 DASP per i contesti dei prefissi multipli ed assicurare una fonte & di destinazione attendibile per la selezione dell'indirizzo.

Per maggiori informazioni, visionare WHATSNEW.TXT nella directory d'installazione di cFos IPv6 Link.

Contenuti del file di esempio cfos6link.ini (per un OPTION_DASP valore pari a 100):

[param]<br />option_dasp=100
[DHCPv6_stateful_options]<br />oro1=100
[DHCPv6_stateless_options]<br />oro1=100

Per portare a termine gli aggiornamenti è richiesto un riavvio di sistema

NAT46 mappatura:

La mappatura NAT46 vi consente di eseguire applicazioni esclusivamente IPv4 con destinazioni IPv6 o di creare servizi esclusivamente IPv4 accessibili dall'IPv6. cFos IPv6 Link può ora mappare il traffico proveniente da applicazioni esclusivamente IPv4 ad IPv6. Per fare ciò, associa un indirizzo IPv6 temporaneo ad un indirizzo IPv4 temporaneo. È possibile specificare il gruppo di indirizzi IPv4 modificando nat46_addr =x e nat46_subnet_mask =m nella sezione [param] del file cfos6link.ini. Se una delle applicazioni IPv4 richiede un nome tramite DNS (ossia un record) cFos IPv6 Link trasforma tale richiesta in una richiesta di record AAAA. Dopo aver ricevuto i corrispondenti indirizzi IPv6 assegna un IPv4 temporaneo per quell'IPv6 e lo restituisce all'applicazione IPv4. Ogni volta che l'applicazione IPv4 utilizza tale indirizzo temporaneo sarà mappato l'indirizzo IPv6 per il suo utilizzo con una destinazione IPv6. Ad esempio, è possibile assegnare i seguenti gruppi di indirizzi IPv4 per la mappatura:

[param]<br />nat46_addr=10.0.0.0<br />nat46_subnet_mask=255.0.0.0<br />

Per le connessioni in entrata è anche possibile specificare una porta di mappatura, compilando la sezione [nat46_ports] in cfos6link.ini con valori come questi:

5000=some_program

Quindi il traffico IPv6 in entrata viene mappato in IPv4 ogni volta che la porta di destinazione corrisponde ad una delle porte mappate.

Inoltre, è possibile aggiungere un IPv4 statico <-> Mappature IPv6 per le applicazioni che utilizzano indirizzi IPv4 preimpostati. È possibile specificare queste mappature compilando la sezione [nat46_static] con il valore come <ipv4_addr>=<ipv6_addr>, for example 192.168.2.1=2001:DB8::1


Potenziato da cFos Personal Net Web Server
Practice random kindness and senseless acts of beauty